E se facessimo un turbante?

E se facessimo un turbante?

Un berretto a forma di turbante, molto femminile, è quello che vi propone Phildar, la casa di filati francese.

Per realizzarlo occorrono due gomitoli di lana e ferri no. 7. Consiglio comunque di fare prima un campione, sul modello è suggerito 11 m. x 22 righe a legaccio. Se usate ferri più piccoli e un altra lana, modificare il numero di maglie di conseguenza.

Realizzazione della parte alta:
montare 24 maglie e lavorare a legaccio per 20 cm., quindi chiudere tutte le maglie.

Realizzazione della banda:
montare 14 maglie e lavorare a legaccio per 22. In seguito mettere le prime 7 m. su un ferro provvisorio, e spostarle dietro al lavoro, lavorare le 7 m. seguenti, riportare davanti le 7 m. lasciate in sospeso prima e lavorarle, quindi continuare a lavorare a legaccio per altri 22 cm.

In pratica dovete fare uno scambio di maglie come quando si fa una treccia.

Arrivate a 44 cm. totali chiudere tutte le maglie.

Confezione:
chiudere la fascia così ottenuta in tondo, inserire un filo nel contorno della parte alta e cucirvi la fascia, cercando di arrotondare la parte alta.

Qui vi metto il pdf originale in francese, dove trovare lo schema della falsa traccia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.