Posted on Lascia un commento

Una brava stilista di maglia

C’è una stilista di maglia che non appare in rete come il prezzemolo, non posta video su Youtube, non pubblica libri di maglia, non impesta Facebook di consigli più o meno utili, non gira l’Italia tenendo corsi e workshop, ma realizza cose splendide. Sto parlando di Linda Allegra, e questa è la sua pagina Raverly: https://www.ravelry.com/designers/linda-allegra

Collabora con la casa Laines du Nord, che produce fantastici filati. I suoi modelli mi piacciono molto, ne ho già realizzati alcuni, e oltre alla semplicità unita alla ricerca di punti particolari, lei ha tante piccole attenzioni che rendono il capo ben fatto anche nelle minuterie. Per esempio i bordi, mai banali, mai semplici legaccio o coste ma sempre con quel “qualcosa in più”.

Le maglie e cardigan sono impreziositi da trafori e punti particolari, e i grandi scialli…beh, che dire? sono stupendi! Vi consiglio di visitare la sua pagina Raverly e provare a realizzare qualche suo modello. Molti sono gratuiti…grazie Linda!

Tra le altre cose lei ed io abbiamo in comune in nome (ebbene sì, anche se non sembra…), il nome della figlia anche lei girovaga per il mondo come la mia Giulia, e chissà, forse anche altro che devo ancora scoprire.

Posted on Lascia un commento

Guanti per tutta la famiglia

Eccomi qua come promesso con la seconda traduzione dei modelli per la famiglia, oggi parliamo dei guanti.

Come già scritto in precedenza questi del modello sono realizzati con filato doppio di due colori per creare l’effetto screziato, e ferri no. 8. Le taglie sono per: a) 4/6 anni, b) 8 anni, c) 10/12 anni, d) donna e) uomo
Le misure: larghezza = a) 16 cm, b) 18 cm, c) 19 cm, d) 21 cm, 3) 23 cm,
lunghezza = a) 17 cm, b) 19 cm, c) 21 cm, d) 23 cm, e) 28 cm.
Per la prima misura 4/6 anni è necessario solo un gomitolo per colore, mentre per tutte le altre taglie 2 gomitoli per colore. Il punto utilizzato è sempre lo stesso, coste 3/2, cioè tre m. diritto e due m. rovescio.

E’ indispensabile per la buona riuscita del modello fare il campione: 10 cm. di lato = 7 m. x 13 righe (lavato e asciugati mi raccomando!).

Realizzazione: (per il modello base più piccolo)

montare 12 m. e lavorare a coste 3/2 iniziando con 2 m. rovescio. A 17 cm. di altezza chiudere tutte le maglie. Lavorare un secondo pezzo uguale.
Unire in seguito in tondo ogni pezzo con cucitura invisibile, lasciando aperto 3 cm. a 3 cm. dal bordo per il pollice. (per le tre taglie da bambino), per la taglia d) 4 cm. a 4 cm. dal bordo; per la taglia e) 5 cm. a 5 cm. da bordo.

N. B.: Per le altre misure:

b) + c) iniziare a lavorare con 1 m. diritto

d) iniziare a lavorare con 2 m. rovescio

e) iniziare a lavorare con 2 m. diritto.

Spero sia tutto chiaro. Ad ogni modo trovare l’originale in francese qui.

 

 

 

Posted on Lascia un commento

Un simpatico e semplice poncho

Che ne dite di realizzare questo simpatico e originale poncho per la vostra bambina? Se prendete lana e ferri grossi lo terminerete in un lampo. E’ un modello di Phildar, lavorato tutto a grana di riso (quindi un diritto e un rovescio e poi al contrario sul ferro successivo), con grande tasca sul davanti e cappuccio. Questo della foto è realizzato con ferri no. 8 e filato relativo, e sul modello le taglie sono per 4 anni, 6 anni, 8 anni, 10 anni e 12 anni. Sono evidenziate con colori differenti, così è facile seguire le indicazioni per ogni taglia. Purtroppo le istruzioni sono in francese, per cui cercherò di tradurvele qui per la taglia base di 4 anni, poi voi potete cercare la vostra taglia sul pdf che vi allego qui (cliccate qui sopra).

Istruzioni:

Dietro, montare 37 m. con ferri no. 8 e lavorare a grana di riso per 33 cm.
Formare lo scollo lavorando 11 m., chiudere le 15 m. centrali, e terminare le altre 11 m.
Continuare a lavorare a grana di riso ancora per 1 cm. da entrambi i lati per formare le spalle, infine chiudere tutte le maglie.

Davanti: montare 37 m. e lavorare a grana di riso per 31 cm., nuovamente formare lo scollo lavorando le prime 11 m., chiudendo le 15 m. centrali e terminando il ferro con le altre 11 m.
Continuare a lavorare separatamente le due parti per 3 cm. per formare le spalle, in seguito chiudere tutte le maglie.

Cappuccio: montare 53 m. sempre con ferri no. 8, lavorare a grana di riso per 22 m. quindi chiudere tutte le maglie.

Tasca: montare 15 m. e lavorare a gr.di riso per 13 cm., poi chiudere tutte le maglie.

Ora bisogna confezionare il tutto, quindi cucire le spalle seguendo i tratti segnati in rosso sullo schema qui sotto (Patron Dos + patron Devant):

Piegare quindi il cappuccio (Patron Capuche) a metà seguendo la linea punteggiata e cucire dove è segnata la linea verde (in basso nell’immagine).
Cucire il cappuccio così ottenuto intorno allo scollo del poncho facendo coincidere le linee segnate in blu.

Cucire la tasta sul punto segnato in rosa nel patron Devant.

Cucire due grossi bottoni sullo spessore del poncho (chiuso) a 13 cm. a partire dalle spalle per la taglia 4 anni. (per le altre taglie le misure sono: 15 cm., 16 cm., 17 cm, 19 cm.).

Volendo poi potete personalizzare il vostro lavoro con un ricamo sulla tasca, come questo piccolo coniglietto.

 

Posted on Lascia un commento

Un cardigan per tutti

Ho chiesto e ottenuto il permesso di tradurre il pattern di questo cardigan, semplice e lineare, adatto anche alle principianti.

100_4780_medium2

 

 

L’autrice si chiama Barbara Micheli, ma a dispetto del nome vive in Germania e parla tedesco.
Il cardigan proposto nella foto è realizzato in grigio-antracite con i bordi in verde, ma voi potete realizzarlo naturalmente anche in altri colori. Grigio con i bordi rossi, blu con bordi bianchi, grigio con bordi bianchi, ecc. Lascio alla vostra fantasia l’abbinamento che più vi piace.

Come detto è un modello facile, tutto a legaccio, unica attenzione dovete prestarla nell’incrociare i fili nel cambio di colore dei bordi, per non lasciare buchi.
Qui la taglia è data per 8 / 9 anni. Per taglie più piccole o più grandi dovrete fare un po’ di calcoli voi.

Materiale occorrente:

500 gr. Linea Pura Latte colore 008 antracite di Lana Grossa, m. 110 / 50 gr.
50 gr. Linea Pura Organico colore 036 verde di Lana Grossa, m. 90 / 50 gr.
(o un altro filato similare che vi consenta di realizzare il campione dato)
ferri circolari no. 4,5 con cavo da 60 cm. di lunghezza (si lavora avanti e indietro)
Campione:
19 m. x 38 r. = 10 cm.
Difficoltà: Y facile, per principianti
Punti impiegati: legaccio (sempre a diritto)

Esecuzione:
Dietro:

Montare 80 m. con Linea Pura Organico (verde) e lavorare a legaccio per 10 righe (3 cm.)
Al ferro 11 proseguire con il filato Linea Pura Latte (antracite) e lavorare sempre a legaccio fino ad avere 45 cm. (172 ferri).
Al ferro 173 per lo scollo sul dietro chiudere le 20 m. centrali e proseguire separatamente i due lati, intrecciando 2 v. 1 m. da ogni lato dello scollo. Arrivati al ferro 179 chiudere tutte le restanti 28 m. in una volta.

Davanti destro:

Montare 48 m. con il colore verde (Linea Pura Organico) e lavorare per 10 righe (3 cm.) a legaccio.
Al ferro 11 lavorare ancora 6 m. per la fascia dei bottoni in verde, e inserire in seguito il filato antracite (Linea Pura Latte) e proseguire per tutto il ferro (42 m.) con questo colore.
Prestare attenzione di incrociare bene i fili sul dietro per non lasciare buchi nel cambio di colore.
Lavorare fino al ferro 162.
Al ferro 163 si iniziano le diminuzioni per lo scollo. Ogni due ferri diminuire 1×8, 1×5, 1×3, 1×2 e 2×1 m. e proseguire fino al f. 178 sempre diritto.
Al f. 179 chiudere tutte le restanti 28 m.

Davanti sinistro:

Il lato sinistro si lavora come il destro. Montare quindi 48 m. con il filato verde, e lavorare a legaccio.
Al f. 5 fare il primo occhiello in questo modo:
2m. dir., chiudere 2 m., proseguire diritto fino alla fine del ferro. Al ritorno montare 2m. nuove e finire il ferro.
Continuare per 10 ferri in totale.
Al f. 11 proseguire in grigio antracite, mantenendo in verde le prime 6 m. per la fascia di chiusura.
Gli occhielli si eseguono ai ferri no. 31, 57, 83, 109, 135, 161.
Proseguire fino al ferro 163, e iniziare le diminuzioni per lo scollo come per la parte destra e cioè:
diminuire ogni due ferri 1×8, 1×5, 1×3, 1×2 e 2×1 m.
Proseguire fino al ferro 178 e al ferro successivo chiudere tutte le maglie restanti.

Maniche:

Montare 40 m. con il filato antracite, e lavorare a legaccio. Aumentare da entrambi i lati ogni 10 righe 1 m. fino ad avere 62 m. Proseguire fino al f. 160 circa e chiudere tutte le maglie in una volta sola.

Finiture:

Cucire le spalle e i fianchi del dietro e del davanti, attaccare le maniche. Cucire i bottoni in corrispondenza degli occhielli.

Misure finite: (per questa taglia)

Dietro: cm. 41 larghezza, cm. 47 altezza
Metà davanti: cm. 25 larghezza, cm. 47 altezza
Maniche: lunghezza cm. 34, giro polso cm. 21, giro ascella cm. 34

 

Buon lavoro!

Posted on Lascia un commento

Primavera in rosa

 

Delizioso questo giacchinodi Drops Design, con lo scollo a V e il brodo traforato. Le maniche terminano con un giro di traforato e poi a grana di riso, lo stesso che si ritrova sul girocollo e abbotonatura. E’ realizzato in cotone Drop Muskat di Garnstudio, e dato per le taglie 1/3  – 6/9 – 12/18 – 24 mesi. Si lavora con ferri circolari e diritti no. 4 (o misura adatta al vostro filato)

Si lavora in un pezzo solo partendo dal basso, all’altezza degli scalfi si separano le parti lavorando il dietro e i due davanti in modo separato. Le più brave però potrebbero tentare di lavorarlo a topdown…

Ad ogni modo QUI trovate il modello in italiano da scaricare.

Posted on Lascia un commento

Primavera tempo di coniglietti

coniglietto

 

Come questo lavorato a jacquard sul grazioso pagliaccetto, o tutina, non so come volete chiamarlo. Il modello è di Phildar, nelle taglie da 0 fino ai 18 mesi. Si lavora con i bordi a coste 1/1 e il corpo a maglia rasata con jacquard per il coniglietto. Ma chi volesse può anche ricamarlo a punto maglia. Nelle istruzioni, che vi allego qui, trovate lo schema del disegno.

Se vi sbrigate lo avrete pronto per Pasqua…

 

 

 

 

Posted on Lascia un commento

Delizioso poncho con cappuccio

schermata-2017-01-08-alle-11-50-41

Iniziamo il nuovo anno con questo semplicissimo lavoro, un poncho con cappuccio modello di Phildar. E’ veramente semplice da realizzare, adatto anche alle principianti.
E’ consigliato un filato da lavorare con ferri no. 6 per il poncho, e uno con ferri no. 3,5 per il cappuccio. Quello nella foto è lavorato con un filato bouclé, che lo rende morbido e “coccoloso”. Le taglie del modello vanno dai 3 mesi, 6 mesi, 12 mesi, 18 mesi, 24 mesi. E’ lavorato tutto a maglia rasata, i bordi sono ripresi in seguito così come il cappuccio.
In pratica si realizzano due rettangoli, si cuce il lato cordo di un rettangolo contro il lato lungo dell’altro, poi si piegano e si ripete la stessa cucitura sugli altri due lati. Per formare il cappuccio si realizza un ulteriore rettangolo, più lungo e stretto degli altri, e lo si piega a metà. Il punto esatto al centro va fissato nell’incavo del poncho. Guardate lo schema postato qui sotto, è più facile seguirlo che spiegarlo:

schermata-2017-01-08-alle-11-51-35

Qui trovate il pdf con le istruzioni in francese.

Posted on Lascia un commento

Ritorno a scuola

L’estate volge al termine e la riapertura delle scuole si avvicina a grandi passi. Pensiamo ai nostri bambini allora, e prepariamo per loro un golfino nuovo da sfoggiare il primo giorno di scuola, per affrontare al meglio l’inizio di una nuova avventura.

Questi due modelli sono per principianti, facili facili quindi, e si realizzano facilmente. Sono di Phildar, dove trovate anche altri modelli gratuiti di varie difficoltà.

Questo per la bimba è un poncho, dato per le taglie dai 2 ai 14 anni, lavorato a grana di riso e a righe alternate. Nel pdf allegato trovate anche lo schema delle misure:

poncho

 

Quello per il maschetto invece è un pull a righe, anche questo nelle taglie dai 2 ai 14 anni, lavorato a coste 2/2 per i bordi e maglia rasata per il resto. Anche se non comprendete bene il francese, con lo schema disegnato e i centimetri dovreste riuscire a realizzarlo facilmente. Qui trovate il pdf con le istruzioni.

Noe

 

 

Posted on Lascia un commento

Impariamo la lavorazione “entrelac”

Ultimamente mi capita di leggere qua e là sul web persone che chiedono informazioni riguardo questa tecnica. Prima di tutto, cosa è l’ “entrelac”? L’Entrelac, dal francese entralacer (intrecciare), consiste nella lavorazione in sequenza di  piccoli pezzi (quadrati o rettangoli), che vanno a costituire una fila in diagonale,  sulla quale sono lavorati altri quadrati o rettangoli e così via, sino ad ottenere la lunghezza desiderata. L’effetto che si ottiene è simile all’intreccio di un canestro.

punto-entrelac-ai-ferri-1

 

E’ una procedura piuttosto semplice, una volta che si è appreso il meccanismo. Più che una descrizione scritta della procedura, è meglio un video, come questo in italiano. Ma su Youtube ne trovate anche altri, basta una piccola ricerca.

entrelac_2

Questa lavorazione è adatta a realizzare sciarpe, copertine, borse, cuscini ecc. Bisogna però ricordare che sul rovescio si vedranno tutti i fili passanti, quindi non è adatta ad un capo doble face. E’ molto bella se lavorata con più colori, come colori alternati, ma anche con un filato multicolor come questo sotto.
Qui vedete bene anche l’andamento della lavorazione. entrelaque1

Allora, che ne dite? Ci proviamo? Magari mi mostrate poi i vostri lavori realizzati con questa tecnica?

 

Posted on Lascia un commento

Un poncho per l’estate

Si chiama Summer Night ed è di Drops questo bellissimo poncho estivo, da realizzare con due filati: alpaca bouclé e cotton viscose sempre di Drops Design. E’ lavorato tutto a legaccio, in due strisce separate che poi vanno unite per creare la forma finale. I due filati di grossezza diversa creano quell’effetto a righe che sembrano onde. (cliccate sul nome del modello per scaricare il pattern)

poncho

In questo momento i filati sono scontati, conviene quindi approfittarne anche se non si ha intenzione di realizzarlo subito. Chi lo desidera poi può scegliere altri colori, nella gamma viscosa ce ne sono veramente di stupendi!