Un golfino elegante per andare a teatro

Sono una persona freddolosa, e considerando che anche in inverno mi muovo in bicicletta, mi sono resa conto che tutti i capi eleganti che avevo nell’armadio per andare a teatro, ai concerti, erano leggeri e a maniche corte. Impossibile indossarli se non aggiungendo una giacca o una maglia sopra per stare al caldo, perlomeno durante in percorso fino al teatro. Così ho cercato un filato che desse l’idea di un.. Read More

Cicles

Di questo filato rosa antico che mi è stato regalato avevo ancora molti gomitoli. Così dopo aver realizzato il golf Minni, ho cercato che altro fare per utilizzare questa bella lana. E ho trovato questo modello di Valentina Cosciani che mi è sembrato adatto a me. Non solo per i colori, che sembravano quelli che avevo a disposizione io, con quel gomitolo nero e quello bianco solitari residui di altri.. Read More

Minni

L’ho chiamato Minni questo maglione lungo, quasi un mini-abito. Mi hanno regalato della bella lana rosa antico, tanta, 7 gomitoli da 100 gr. l’uno. Che ci posso fare? ho pensato. Beh, iniziamo con un golf, poi si vedrà. E così è nato questo lungo da portare con i leggins. Il resto…è in lavorazione su un altro progetto, che vi mostrerò in seguito. Questo è lavorato con ferri no. 3,5 e.. Read More

Rotondo

Avevo un filato mohair con il quale avevo realizzato un capo insieme ad un altro filato. Poi sono dimagrita e  era diventato troppo grande per me, inoltre con i due filati era anche troppo caldo, così l’ho disfatto e ho separato i due filati. Questo beige mohair era molto sottile, da lavorare con ferri 2,5 / 3 al massimo. Avevo anche un bel filato bordeaux molto sottile, arrivato da chissà.. Read More

Lampone

Da quel lavoro difficile è nato questo. Una maglia estiva a maniche corte, lavorata a top-down con lo scollo tondo e un disegno che forma gli aumenti. E’ leggermente sciancrata e sul davanti basso è aperta, si lavora quindi avanti-indietro con un bordo sul quale sono poi cuciti dei bottoni creando una finta abbottonatura. E’ un modello semplice ma molto grazioso, di Linda Allegra (qui su Raverly: https://www.ravelry.com/designers/linda-allegra)  

Sono diventata pigra…

…ma solo nel tenere aggiornato questo blog di maglia! Non sono stata certo con le mani inoperose, anzi, ho realizzati diversi capi nel frattempo. Primo fra tutti un cardigan in lana grigio di cui avevo bisogno come capo spalla nel mio armadio: Dato il modello molto semplice e banale, l’ho arricchito realizzando una piccola treccia sulla chiusura davanti: E’ realizzato con lana merino fine, lavorata con ferri no. 3,25 e.. Read More

Maglione rifatto

Avevo realizzato qualche anno fa questo maglione con una lana molto bella e calda, della Rowan, unita ad un filato più sottile in mohair beige, creando un effetto screziato. Mi ero poi accorta che le due lane insieme rendevano il tutto molto, troppo caldo, e l’ho indossato poco. Ora sono anche molto dimagrita, e il maglione mi andava troppo grande. Così l’ho disfatto tutto, separati i due filati, lavati e.. Read More

Pumpkin, zucca o mandarino per il maglioncino top-down

Un maglioncino facile da realizzare, per il quale bastano meno di due gomitoli di lana. Il colore è quello del frutto succoso e dolce, ma anche della zucca, da qui il nome Pumpkin che ho dato a questo golfino di mia creazione. Taglia 6 mesi circa, lavorato top-down con l’apertura un po’ di lato, chiuso con tre bottoni. I bordi dello scollo e delle maniche sono a legaccio, mentre alla.. Read More

Lavanda

E’ il colore scelto dall’autrice per questo splendido cardigan lungo, con motivi di traforo sul davanti e sul bordo, che vanno a formare il collo a scialle e le due tasche. E’ un modello di Alfa-Alfa e lo trovate qui su Raverly. Questo è realizzato con un filato medio (Cascade 220 Madelinetosh) adatto a ferri no. 4, il campione richiede 20 m. x 27 ferri = 10 cm. a maglia.. Read More

Delizioso e particolare

Sono rimasta affascinata di fronte a questo meraviglioso cardigan trovato su Raverly. L’autrice è una francese di nome Carole Francone  ed è in vendita su Raverly per 5 euro, in inglese e francese. Non dovrebbe quindi essere troppo difficile comprenderlo anche per le italiane che non sanno l’inglese. Quello che mi ha colpito sono i particolari così curati del modello, come l’elaborato “ricamo” che continua sul dorso ma solo in.. Read More