Posted on Leave a comment

Entrechat, un coprispalle delizioso

E’ il più famoso coprispalle del web, apparso in numerosi blog e siti che parlano di maglia. L’ha ideato Lisa Chemery, in arte Frogginette (su Raverly), ed è stato realizzato da molte appassionate knitter. Me compresa.
Mi piace così tanto che qui ne ho realizzati due, in due taglie diverse e con due colori differenti. E’ un modello adatto più ad una bimba che ad un maschietto, ma nulla vi vieta di farlo in colori adatti al vostro ometto, se ciò vi piace. Forse in quel caso non fate troppa arricciatura, come nel mio modello verde. In questo modo risulta un po’ più maschile.

Si realizza davvero in poco tempo, una giornata piovosa basta e avanza, e pretende poco filato, uno o due gomitoli a seconda della taglia. La costruzione è facile e divertente, si inizia dall’alto come un classico top-down, ma lavorando solo il dietro e le maniche. Chiuse queste, si riprendono i punti per lavorare anche i due davanti. La fascia lavorata è a punto bambù, ma potete sbizzarirvi con punti di vostra scelta.

Tecniche di lavorazione richieste: avvio maglie, maglia diritta, maglia rovescia, due tipi di aumenti, diminuzioni, ripresa delle maglie, gettati.

Se non avete tempo, o voglia, o capacità per realizzarlo da voi, lo trovate già fatto nel mio shop qui.

Posted on Leave a comment

Giallo limone per questo delizioso berrettino

 

E’ sempre di Phildar anche questo delizioso berrettino per neonato, nei colori bianco-ecru e giallo limone. Chiuso con due laccetti a formare delle “orecchie”, io lo trovo delizioso. La bella fascia a coste copre bene sia la fronte che le orecchie del piccolo, proteggendolo dal freddo.

E’ dato nelle taglie 3 mesi, 6 mesi, 12 mesi. Vi occorrono 1 gomitolo per colore e ferri no. 3.5
Campione: 23 m. x 30 righe a m.rasata = cm. 10 x 10

Montare 46 m. (50 m. / 52 m.) con il filato ecru e lavorare a coste 1/1 per 12 ferri. In seguito lavorare a m. rasata alternando due righe ecru e due righe giallo limone. A cm. 17 (cm. 18 / cm. 19) chiudere tutte le maglie.

Confezionare un secondo pezzo uguale, poi unirli diritto contro diritto e cucirli sui tre lati a m. rasata. Con un pezzetto di filato di altro colore realizzare due nastrini con cui chiudere i due lati formando le “orecchie”.

Qui trovate il pdf originale in francese con gli schemi che vi aiutano a comprendere.

 

Posted on Leave a comment

Pumpkin, zucca o mandarino per il maglioncino top-down

Un maglioncino facile da realizzare, per il quale bastano meno di due gomitoli di lana.

Il colore è quello del frutto succoso e dolce, ma anche della zucca, da qui il nome Pumpkin che ho dato a questo golfino di mia creazione. Taglia 6 mesi circa, lavorato top-down con l’apertura un po’ di lato, chiuso con tre bottoni. I bordi dello scollo e delle maniche sono a legaccio, mentre alla base ho fatto un bordo a coste 2/2.
L’apertura sul collo e le maniche a raglan offrono una facile vestibilità; la lana usata è quella per fare normalmente le calze, molto morbida e calda anche se sottile. Qui ne ho usata un gomitolo da 50 gr. di bianco, e mezzo gomitolo di arancione.

Posted on Leave a comment

Maglioncino “sciatore”

Ho terminato pochi giorni fa questo bel maglioncino per il mio nipotino Davide:

Il modello in realtà si chiama “Telemark” come quella tecnica di sci che usava molti anni fa, e che molti ancora ricorderanno. E’ un modello di Erika Flory ed è stato tradotto in italiano da Barbara Ajroldi. Se volete scaricare le istruzioni nel trovate nel suo sito, cliccate sul suo nome.

Si lavora top-down iniziando dal piccolo colletto a legaccio, lavorando avanti e indietro fino alla fine dello scollo a V. In seguito si unisce il lavoro e si prosegue lavorando in tondo a maglia rasata. Personalmente ho terminato prima le due maniche, lasciando in sospeso il corpo, perché così ho potuto lavorarle in piano con i ferri circolari e poi le ho cucite sotto. Quando sono modelli così piccoli fatico a lavorare le maniche in tondo, anche con il metodo magic-loop, e preferisco fare altrimenti se posso.

Io ho usato una lana merino da lavorare con i ferri no. 4, quelli suggeriti dal modello.

Posted on Leave a comment

Primavera tempo di coniglietti

coniglietto

 

Come questo lavorato a jacquard sul grazioso pagliaccetto, o tutina, non so come volete chiamarlo. Il modello è di Phildar, nelle taglie da 0 fino ai 18 mesi. Si lavora con i bordi a coste 1/1 e il corpo a maglia rasata con jacquard per il coniglietto. Ma chi volesse può anche ricamarlo a punto maglia. Nelle istruzioni, che vi allego qui, trovate lo schema del disegno.

Se vi sbrigate lo avrete pronto per Pasqua…

 

 

 

 

Posted on Leave a comment

Una piccola delizia bon-bon rosa

39659_0007_fppd1

Non è forse un’amore questa deliziosa vestina rosa? E questa bambina con i suoi occhioni sgranati e l’espressione seria? Mi metterei subito ai ferri, se ne avessi una così da vestire….
Ad ogni modo, il modello è di Phildar, qui in taglia 3 mesi ma potete scegliere la taglia che vi serve. Le istruzioni si trovano nel catalogo autunno/inverno 2016/17 che potete acquistare sul sito, eventualmente insieme alla lana.

Si lavora a maglia rasa, grana di riso e quello che qui chiamano “punto grano” (point de blé) e che si lavora in questo modo:

1° f.  = un diritto e un rovescio
2° f. = si lavorano le maglie come si presentano
3° f. = si lavorano le maglia al contrario, quindi un diritto diventa un rovescio e viceversa (come la grana di riso)
4° f. = si lavorano le maglie come si presentano

E’ un modello piuttosto semplice, dato per capacità medie, e che potete realizzare in poco tempo. Se poi lo fate in rosso… è perfetto per il prossimo Natale!

 

Posted on Leave a comment

Per l’autunno un solare abitino per bébé

abitino

Con questo bel giallo luminoso saranno allegre anche le giornate più grigie e autunnali, e non ci faranno rimpiangere l’estate appena passata. E’ un modello di Katia, la casa di filati molto conosciuta, e cliccando sul nome verrete dirottati nella pagina del modello, acquistabile per € 1,95.

Il modello è dato per le taglie da 3, 6 e 12 mesi, con ferri no. 3,5 e lavorato a maglia rasata e legaccio. Quindi moldo semplice anche per chi è alle prime armi. Occorrente 2 gomitoli di filato Merino fine, che potete acquistare insieme al modello direttamente.

Posted on Leave a comment

Copertine per neonati

Vi propongo una carellata di copertine per neonati, tutte simili ma diverse in quanto a punto di lavorazione. Sono di questo sito “Creare per Hobby” e se mandate una mail alla titolare lei vi invia le istruzioni per realizzarle.

 

Questa copertina colorata invece è di Garnstudio e l’avevo già pubblicata in precedenza. E’ molto facile da realizzare dato che è tutta a legaccio (tutti i ferri a diritto). E’ molto bella se lavorata con un filato multicolor come quello della fotografia. La lavorazione a legaccio la rende morbida e avvolgente, perfetta per il vostro bimbo.

copertina

Spiegazioni:

Si lavora avanti e indietro sui ferri circolare.

Dimensioni: ca 70 x 100 cm.

Materiali: DROPS DELIGHT di Garnstudio
200 g colore n. 11, viola/verde

DROPS FERRI CIRCOLARI N. 5,5 (80 cm) – oppure la misura necessaria per ottenere un campione di 17 m x 34 f a punto legaccio = 10 x 10 cm.

Spiegazione:
Avviare 119 m con 2 ferri n. 5,5 ed 1 filo Delight (perché il bordo di avviamento sia più elastico). Togliere uno dei ferri e lavorare a punto legaccio (= tutti i ferri a diritto). Intrecciare lentamente quando il lavoro misura ca 100 cm

NOTA: Perché il bordo intrecciato sia più elastico, fare 1 gettato dopo ca ogni 5 m al momento di intrecciare (intrecciare i gettati come le maglie).

Posted on Leave a comment

Babbucce, ballerine, scarpine & co.

Vi dirò la verità, queste ballerine per neonati sono bellissime ma assai poco pratiche. Le avevo già pubblicate tempo fa, e le riporto ora nuovamente perché a me piacciono tantissimo. Vederle così poi, tutte colorate, ti viene proprio voglia di farne una serie per il solo gusto di fotografarle.

babbucce-colorate

Se però preferite restare sul classico, per la vostra bimba potete realizzarle in rosa e bianco, come queste:

ballerine-rosa

Le trovate su Raverly, nella pagina dell’autrice Saartje de Bruijn, e potete scaricare il pattern gratuitamente.

Sono lavorate a legaccio, e giocando con i colori e l’abbinamento di bottoni si ottengono risultati gradevoli e simpatici. Come queste verde mela con i bottoni a coccinella, o quelle nere e grigie, molto eleganti. E che dire di quelle nere con il bordo colorato? non sembrano un po’ tirolesi? Sui toni del rosa per una bambina, mentre bianche e beige perfette per un maschietto, si prestano anche per un regalo per una nuova nascita o un battesimo, impreziosite da un nastrino di raso per tenerle unite.

Posted on Leave a comment

Un poncho per neonati

Pinterest è una fonte inesauribile di idee e ispirazioni. Cercando “maglia per bambini” ho trovato queste immagini, che non so da quale sito siano state originate. Sono dei facilissimi ponci per neonati, ma facilmente adattabili anche a misure più grandi aumentando il numero di maglie, realizzati con due semplici strisce a maglia rasata con i bordi a legaccio, unite a formare un poncio.

ponchoplain_stack_475

Abbelliti anche questi con due pompon, terranno al caldo le spalle e il pancino dei piccolissimi. Si possono realizzare con vari filati, in lana, lana e cotone, o solo cotone per l’estate.

Qui una versione bicolor, a righe, che ovviamente io adoro… Penso che ne farò subito un paio da tenere pronti per le prossime nascite di parenti e amici.

ponchostripe_stack_475