Posted on Lascia un commento

Maglione rifatto

Avevo realizzato qualche anno fa questo maglione con una lana molto bella e calda, della Rowan, unita ad un filato più sottile in mohair beige, creando un effetto screziato. Mi ero poi accorta che le due lane insieme rendevano il tutto molto, troppo caldo, e l’ho indossato poco.

Ora sono anche molto dimagrita, e il maglione mi andava troppo grande. Così l’ho disfatto tutto, separati i due filati, lavati e rifatti i gomitoli. Poi ho ricominciato il maglione con la sola lana Rowan color mattone. Il modello è più o meno lo stesso, top-down con scollo a V.

Il risultato mi soddisfa…vedrò quando lo indosserò, ormai probabilmente il prossimo inverno! 😉

 

Posted on Lascia un commento

Fare e disfare…

Non sono stata con le mani in mano durante questo mese di gennaio, anche se non ho più pubblicato nulla qua. In realtà ho disfatto ben due maglioni che mi ero fatta qualche anno fa, questo e questo:

Quello color rosso-mattone per ora è ancora in forma di gomitoli, che ho lavato e rifatto per togliere quelle “ondine” fastidiose quando si riutilizza della lana già usata. In realtà erano due lane diverse, una ross-mattone appunto e una seconda beige, molto sottile e pelosa, tipo mohair. Era risultato un maglione molto caldo, troppo per la mia abitazione, così che disfandolo ho deciso di separare i due filati e usarli separatamente. Non vi dico che lavoro! Per fortuna un’amica gentile è venuta ad aiutarmi, così che con quattro mani piano piano ci siamo riuscite.

Quello nero e grigio stesso procedimento di lavaggo lana e rifacimento gomitoli, e ora l’ho già rifatto più o meno come era prima, solo più piccolo. Sono molto dimagrita (Yeahhhh…ce l’ho fatta!) e ho perso una taglia o forse due addirittura. Questo il motivo principale per il quale mi sono accinta a questa impresa di rifacimento. Le lane erano molto belle, avevo dedicato anche molto tempo per realizzarli questi due maglioni, e mi dispiaceva non poterli più indossare. Ora invece ne sfoggio già uno rinnovato, e presto toccherà anche all’altro.

In mezzo a tutto questo ho realizzato diversi bolerini per bambina, ho avuto un paio di ordinazioni sotto natale e uno dopo le feste, così che ho intervallato i lavori. Mi piace averne sempre almeno due in corso d’opera così da non annoiarmi, soprattutto quando un lavoro è troppo lungo e ripetitivo e sembra non terminare mai… Come un cardigan grigio con lana e ferri 3,5 che sto facendo ora… e che apparirà su questa pagina molto presto (almeno spero…).

Posted on Lascia un commento

Un modello oversize a quadrati

schermata-2016-10-22-alle-09-48-28

Un grande maglione comodo e avvolgente, per riscaldarci nelle fredde sere autunnali. E’ questo proposto da Drops design, realizzato a quadrati uniti in seguito. Le taglie vanno dalla S alla XXXL, lavorato con ferri circolari no. 6 a punto legaccio. Si lavora in 2 parti quadrate dal centro sul davanti/ centro sul dietro.

Per via del punto legaccio e del peso del filato, la manica risulterà leggermente più lunga. Se si desidera una manica più leggera, lavorare 4 coste a legaccio nel bordo inferiore della manica e proseguire a maglia rasata rovescia.

Qui trovate spiegazioni del modello in italiano.

 

Posted on Lascia un commento

Oversize

Lo confesso, adoro i maglioni oversize. Così come adoro le righe, e l’abbinamento di diversi colori.

Questo maglione quindi mi è piaciuto subito appena l’ho visto su Pinterest:

8805Mi piace l’abbinamento di tinte sobrie, chiaro sul viso a illuminare, e via via gradazioni verso lo scuro che non è proprio marrone ma una tonalità indefinibile. Purtroppo il sito è in norvegese, o svedese, o un’altra lingua che assolutamente non conosco e quindi non posso darvi istruzioni. Ma ritengo che sia piuttosto semplice da realizzare, tutto a legaccio e formando dei rettangoli: dorso, davanti, maniche. Alla fine si unisce il tutto, avendo cura di lasciare gli spacchi sui fianchi.

Schermata 2016-05-16 alle 11.16.20

Questo modello invece è di Phildar, ed è un modello già un po’ più laborioso da realizzare senza istruzioni, a meno di essere delle knitter esperte. Ciò che mi ha colpito è l’abbinamento dei colori assolutamente inusuale. Ci vuole coraggio, o il gusto francese, per mettere insieme blu e marrone, arancio e giallo senape! Ma qui sono mescolati bene, e il tocco delle tasche gialle su blu dà quella nota di eleganza in più che lo rende veramente affascinante. Secondo me da copiare.

Posted on Lascia un commento

Asimmetrie

Tempo fa mi sono innamorata di questo modello di Cecilia Fiori, su Raverly ceciknits;  

Ho quindi acquistato il pattern e messo in archivio, in attesa che giungesse il momento per realizzarlo.

asimmetrie

Mi incuriosiva la sua fattura così diversa dal solito, non è un top-down, non è un normale bottom-up, è un po’ entrambe le cose. Si lavora partendo dal collo, ma in due parti, dietro, manica e un pezzetto di davanti – davanti, manica e un pezzetto di dietro. In seguito si uniscono i due pezzi tramite l’inserto lavorato in verticale, e si rifinisce il tutto con il giro dello scollo, asimmetrico anche questo.

scollo

inserto

Un lavoro divertente, impegnativo per i ferri accorciati e gli aumenti non regolari, e molto interessante per la sua costruzione.

 

Posted on Lascia un commento

Un pull originale

pull

 

Ricordate quello scialle o quel girocollo pubblicato l’estate scorsa, con il punto a rovescio che poi si lasciare scendere alla fine del lavoro? Beh, questo pull è lavorato allo stesso modo, o quasi.
Il punto utilizzato è lo stesso, una o due maglie lavorate a rovescio sul diritto, che alla fine del lavoro si lasciano cadere. Solo che qui si devono fermare all’altezza del bordo del maglione, mentre nello scialle scendevano fino in fondo. Ma niente paura, è spiegato tutto per bene.

punto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Materiale occorrente:  (Taglia 42/44)

  • 300 g di filato di cotone melange
  • ferri n° 4,5 e n° 5
  • Realizzazione

Dietro:
Con i ferri 4,5 avviate 50 maglie e lavoratele a coste 2/2.
A 10 cm di altezza avviate a nuovo ai lati 30 maglie per le maniche con i ferri n°5 e lavorate in questo modo:
1° ferro: 2 maglie a diritto, * 1 gettato, 2 maglie insieme a diritto, 5 maglie a diritto*. Ripetete da * a *.

Proseguite a coste 6/1, ovvero:
1° ferro e ferri dispari: procedete alternando 6 maglie a diritto e 1 maglia a rovescio
2° ferro e ferri dispari: lavorate le maglie come si presentano.

A 43 cm di altezza totale dividete le maglie a metà per lo scollo e proseguite sulle due parti separatamente, diminuite verso il centro, all’interno di 3 maglie, ad ogni ferro, 1 maglia per 9 volte e ogni 2 ferri 1 maglia per 8 volte.
Per diminuire la maglia a rovescio eseguite nel ferro precedente 1 gettato e contemporaneamente lasciate cadere la maglia a rovescio in modo che si sfili fino al gettato di inizio lavoro.
A 54 cm di altezza totale intrecciate le maglie rimaste per ciascuna spalla, lasciando cadere le maglie a rovescio come per le diminuzioni dello scollo.

Davanti:
Si lavora come il dietro.
A 34 cm di altezza totale, dividete le maglie a metà per lo scollo e proseguite sulle due parti separatamente, diminuite verso il centro, all’interno di 3 maglie, ogni 2 ferri, 1 maglia per 17 volte.
Per diminuire la maglia a rovescio fate come suggerito per il davanti.
A 54 cm di altezza totale intrecciate le maglie rimaste per ciascuna spalla, lasciando cadere le maglie a rovescio come per le diminuzioni dello scollo.

Cucite insieme le due parti, prima una spalla e la parte superiore della manica.
Con i ferri n°4,5 riprendete lungo lo scollo 160 maglie e lavoratele a coste 2/2, in corrispondenza della punta del davanti e del dietro segnate le 2 m. centrali e lavorate insieme a diritto la prima delle m. centrali e quella che la precede, passate la 2° maglia senza lavorarla, lavorate a diritto la maglia seguente e su questa accavallate la maglia passata.
Riprendete queste diminuzioni incolonnate alle precedenti, ogni 2 ferri per 4 volte, quindi terminate con 4 ferri di maglia tubolare*.

Cucite il collo, l’altra spalla e la parte superiore dell’altra manica. Con i ferri n°4,5 riprendete lungo i bordi delle maniche 80 maglie e lavoratele a coste 2/2. A 12 cm di altezza terminate con 4 ferri a maglia tubolare.
Cucite i fianchi e i sotto manica.

*Maglia tubolare di chiusura
1 maglia a diritto, filo davanti, passare 1 maglia a rovescio senza lavorarla, filo dietro. Ripetere per tutti i ferri fino all’altezza desiderata, chiudere le maglie a punto maglia con un ago da lana.

schema