Posted on Lascia un commento

Semplicità

Tempo fa avevo visto in un negozio di filati in città una bella maglia estiva, un modello realizzato per un workshop con una designer assai conosciuta che era venuta oltre confine fino da noi. Mi piaceva, era morbida, voluttuosa, semplice ma con un particolare che la rendeva unica, una lavorazione in tondo top-down ma senza aumenti, con una manica che veniva costruita su un lato un po’ più in basso. La spalla usciva in automatico da questa lavorazione. Ho recuperato il modello, acquistato un filato che a mio parere facesse al caso mio, (cotone, vistosa e lino) e l’ho realizzata.

Non so se dalle foto si comprende il modello, ad ogn modo la manica destra essendo più in basso di quella sinistra, faceva salire il corpo sulla spalla. Il tutto restava un pochino storto, per questo l’ho chiamata “sbilenca”.

Quello di cui non ho tenuto conto però, è me stessa e il mio bisogno di linearità, di equilibrio. Quella spalla che continuava a scendere “tirata” dalla manica mi faceva venire il nervoso… continuavo a sistemarmi la maglia, tirando di qua, aggiustando di là. Dopo tre giorni di questo tormento…l’ho disfatta tutta!

E ho ricominciato. Dal basso, solo il davanti, cercando di calcolare le misure che a quel punto non potevo più seguire sul modello, ma contanto ferri e centimetri di quella che stavo disfando. Arrivata alle ascelle ho aggiunto dei punto a sin. e destra per formare le maniche, giunta allo scollo ho semplicemente chiuso le maglie centrali per poi rimontarle al ferro successivo. A quel punto proseguendo stavo lavorando il dietro, e raggiunta la misura per le maniche ho chiuso le maglie relative e proseguito fino a terminare il dietro. Due cuciture sui lati e sottomaniche, ed ecco una maglia perfetta per me.

Indossata con grande soddisfazione questa volta!

 

Posted on Lascia un commento

Lampone

Da quel lavoro difficile è nato questo. Una maglia estiva a maniche corte, lavorata a top-down con lo scollo tondo e un disegno che forma gli aumenti. E’ leggermente sciancrata e sul davanti basso è aperta, si lavora quindi avanti-indietro con un bordo sul quale sono poi cuciti dei bottoni creando una finta abbottonatura.

E’ un modello semplice ma molto grazioso, di Linda Allegra (qui su Raverly: https://www.ravelry.com/designers/linda-allegra)

 

Posted on Lascia un commento

Costruzione inusuale

Chi mi segue sa che mi piace sperimentare. Teniche nuove, modi di costruzioni particolari, inusuali. Come questo bel maglione che mi aveva colpito vedendo una semplice foto su Pinterest:

E’ lavorato lateralmente, e sulla schiena è incrociato e leggermente aperto:

 

 

 

 

Mi piaceva, così ho cercato il link che mi fornisse il modello, è creato da una designer russa tradotto poi in inglese e in francese. Ho acquistato un bel cotone color lampone adatto per il modello, da lavorare con ferri no. 5 come richiesto.

 

Si inizia da una manica che si lavora aperta, poi arriva la fase difficile da comprendere, più che da lavorare. In pratica si montano un certo numero di maglie per creare il corpo ma da entrambi i lati, e si lavorano alternando due cavi avanti e indietro:

Inizialmente si fa parecchia fatica, ma man mano che le maglie aumentano diventa più semplice. Alla fine il risultato è questo:

Sul davanti si lavora poi una scriscia tutta a legaccio, facendo le diminuzioni per lo scollo, ma lavorando lateralmente non è per nulla semplice farlo in modo regolare. Insomma una costruzione complicata… ero arrivata quasi alla fine quando i sono resa conto che…il cotone non mi sarebbe bastato per terminare, dietro sarebbe rimasto troppo aperto per la mia taglia e non sapevo che fare. Questa lavorazione rende difficile calcolare le misure, se con il top-down si ha sempre modo di misurare – anche su di se stesse – man mano che si prosegue il lavoro, qui no. Mi sono aiutata con il manichino, ma non è stato sufficiente. Avrei dovuto disfarlo completamente e farlo forse un po’ più corto, recuperando del filato per poterlo poi chiudere sul dietro. A quel punto però ho optato per realizzare un altro modello, molto più semplice. Mi sono arresa…che volete farci, qualche volta bisogna accettare i propri limiti!

Se qualcuna volesse cimentarsi con questo lavoro, posso inviare lo schema ma solo in inglese.

Posted on Lascia un commento

Uno scialle facile

 

In compagnia di Momo, la mia gattina, sto lavorando a questo nuovo scialle. Con resti di cotone Drops che avevo acquistato per la copertina di Davide, morbido e piacevole da lavorare, un modello semplice e facile. Si inizia con 5 m. aumentando subito al primo ferro con dei gettati. In seguito si lavora alternando ferri a legaccio ad altri a maglia rasata, con un ferro intermedio lavorato a buchini. Gli aumento sono 4 per ogni ferro sul diritto, a inizio e fine ferro e due al centro, separati da una maglia a m. rasata. Facile, no? Ad ogni modo trovare le spiegazioni dettagliate qua sulla pagina Raverly dell’autrice Laura Linneman. (cliccate sul link, non mi chiedete poi dove trovare il modello!)

Posted on Lascia un commento

Completino per Davide

Si chiama così il mio nuovo nipotino, nato la settimana scorsa. Per lui che andrà in montagna al fresco nel mese di agosto, ho preparato questo golfino abbinato ad un berrettino, con lo stesso cotone usato per la copertina. Per il cardigan ho aggiunto un cotone colore ecru che avevo già in casa, ed è lavorato con la tecnica dei ferri accorciati (wrap and turn). Se non la conoscete cliccate sul link per un video esplicativo.

Sia il modello del cardigan che del berrettino li trovate nel sito di Barbara Ajroldi (cliccate sul nome per arrivare al sito).

 

Posted on Lascia un commento

Primavera in rosa

 

Delizioso questo giacchinodi Drops Design, con lo scollo a V e il brodo traforato. Le maniche terminano con un giro di traforato e poi a grana di riso, lo stesso che si ritrova sul girocollo e abbotonatura. E’ realizzato in cotone Drop Muskat di Garnstudio, e dato per le taglie 1/3  – 6/9 – 12/18 – 24 mesi. Si lavora con ferri circolari e diritti no. 4 (o misura adatta al vostro filato)

Si lavora in un pezzo solo partendo dal basso, all’altezza degli scalfi si separano le parti lavorando il dietro e i due davanti in modo separato. Le più brave però potrebbero tentare di lavorarlo a topdown…

Ad ogni modo QUI trovate il modello in italiano da scaricare.

Posted on Lascia un commento

Per l’autunno un solare abitino per bébé

abitino

Con questo bel giallo luminoso saranno allegre anche le giornate più grigie e autunnali, e non ci faranno rimpiangere l’estate appena passata. E’ un modello di Katia, la casa di filati molto conosciuta, e cliccando sul nome verrete dirottati nella pagina del modello, acquistabile per € 1,95.

Il modello è dato per le taglie da 3, 6 e 12 mesi, con ferri no. 3,5 e lavorato a maglia rasata e legaccio. Quindi moldo semplice anche per chi è alle prime armi. Occorrente 2 gomitoli di filato Merino fine, che potete acquistare insieme al modello direttamente.

Posted on Lascia un commento

Berretto estivo

E’ di Debbie Bliss questo delizioso cappellino per l’estate.

Leggero perché traforato, da lavorare con cotone sottile e ferri no. 3,5.

Le misure date sono per 1 / 2 anni, ma basterà aumentare la misure dei ferri per avere una taglia un po’ più grande.

Montare 94 m. e lavorare a diritto per 9 cm., diminuendo 3 m. ripartite sull’ultimo = 91 m.
Diminuzioni:

f1: “8 dir, 2m. ass.” ripetere per tutto il ferro
f2 e tutti i ferri pari: rovesciof3: “7 dir., 2 ass.” ripetere per tutto il ferro
Continuare questi due ferri fino a che rimarranno 19 m., terminare con 1f. rovescio.
In seguito: “2m. ass.” ripetere per tutto il f. e terminare con 1 dir.
Tagliare il filo e fermare le maglie.

Tesa:

Sul diritto del lavoro riprendere 92m.
lavorare un primo ferro a rovescio
1f: 1 dir. “1 aum. intercalare, 6 dir., 1 aum. 7 dir.” ripetere da ” a ” per 7 volte
2f: rovescio
3f: diritto
4f: sul rovescio “8 rov., 1 aum., 8 dir., 1 aum. 9 dir.” per 7 volte 5f: diritto
6f: rovescio
7f: sul diritto: 1 dir., “1 aum., 8 dir., 1 aum. 9dir.” per 7 volte
8f: rovescio
9f: diritto
10f: sul rovescio: “10 rov., 1 aum, 9 rov., 1 aum.” per 7 volte, finire con 1 rov. = 148 m.
11f: diritto
chiudere tutte le maglie.

Bordo traforato:
montare 4 m.
f1: (rovescio del lavoro) 2 dir., 1 gett., 2 dir
f2-4-6: tutto diritto
f3: 3 dir. 1 gett. 2 dir.
f5: 2 dir. 1 gett. 2 ass.dir, 1 gett. 2 dir.
f7: 3 dir. 1 gett. 2 ass. dir., 1 gett. 2 dir.
f8: chiudere 4 m., diritto fino alla fine
Questi 8 ferri formano un modello e vanno ripetuti fino a raggiungere la lunghezza necessaria a bordare tutto il berretto.
Attaccarlo al berretto con punti invisibili.

Posted on Lascia un commento

Cappellini per il sole

L’estate sembra finalmente essere arrivata, perlomeno qui nella mia zona dove fino all’altro ieri faceva fresco e pioveva frequentemente. Ora invece è tornato a splendere il sole e fa caldo. Il tempo giusto per recarsi al lido o in piscina, e allora cosa c’è di meglio che un bel cappellino in cotone per proteggere la testa dei nostri bimbi?

Come questo modellino, scaricabile gratuitamente su Raverly: P1130574_medium2

E’ dato per taglie da 1 a 4 anni, con circonferenza di cm. 51 ca. lavorato con ferri no. 4. Si lavora in tondo, iniziando al berretto, il bordo viene eseguito in seguito riprendendo le maglie.

Lavorazione circolare:

montare 144 m. e fare un giro completo a rov.
1 f. – 1 dir. “2m. ins., 1 dir” ripetere da ” a ” fino a completare il giro2 f. – tutto diritto, inserire 2 diminuzioni lungo il giro = 94 m.
3 f. – continuare a dir. fino a 10 cm. di altezza totale
in seguito diminuire ancora 4m. suddivise nel giro = 90 m.
A questo punto inserire un segnapunti per indicare l’inizio del giro.

1 giro: “8 dir., 2 m. ins.” ripetere da ” a ” fino alla fine
2 giro e tutti i giri pari: sempre diritto3 giro: “7 dir., 2 ins.” ripetere fino alla fine
Continuare ripetendo come come il 2 e il 3 giro fino ad arrivare al
g 15: 1 dir., 2 ass.
g 17: 2 ins. a dir., ripetere
g 18: lavorare tutto dir., tagliare il filo e passarlo nelle maglie rimaste per chiudere.

Bordo traforato:
sul diritto del lavoro riprendere le maglie (144 m.) e mettere un segnapunti all’inizio
g 1: [(2 dir. ins.) x 2 v., 1 gett., (1 dir., 1 gett.) x 3 v., (1 acc.) x 2 v. 1 dir.] (2 m. insieme per due volte, 1 gett. 1 dir. + 1 gett. x 3 volte, 1 acc. per 2 volte, 1 dir.)

g. 2: tutto a diritto

ripetere questi due giri per altre 3 volte, infine chiudere tutte le maglie in modo morbido.

bianco-giallo