Biblio Caffè

leggere

Incontro letterario per amanti di libri e letture, la possibilità di commentare e condividere libri che ci hanno emozionato. Un’appassionata insegnante di letteratura ci condurrà attraverso le pagine di questi libri e di altri, e lo stesso potranno fare i partecipanti, parlando di un libro che hanno amato in modo particolare. Ci sarà quindi uno scambio di opinioni, suggerimenti, e perché no, di libri.

arrivederci a settembre, sempre al  Bistrot Vecchio Torchio

Ultimi consigli di lettura:

Leggenda privata, di Michele Mari, ed. Einaudi

Non c’è scampo per chi scrive: anche se credevi di esserti già messo a nudo, il passato torna sempre. E stavolta chiede il conto. Un’«autobiografia horror» in cui l’autore sfida se stesso confrontandosi con il demone piú forte di tutti: la letteratura.
«Se la madre non lo difendeva, si formava talvolta nella mente del figlio la delirante intenzione di difenderla lui, come si evince da una fotografia scattata dal padre: autentico scudo umano, il figlio si frappone con uno sguardo che dice: “Dovrai passare sul mio cadavere”».

Verderame, di Michele Mari, ed. Einaudi

In una casa sulle rive del Lago Maggiore, un ragazzino di tredici anni ha una lunga estate da passare con i nonni, nella noia più assoluta. È abituato a stare delle ore in biblioteca, divorando le più svariate letture, ma, tra un classico d’avventura e un Urania, il tempo non passa mai. Fuori si aggira una creatura mitologica, un mostro spaventoso: l’uomo del verderame. Felice sembra avere l’età della casa, è li da sempre a occuparsi del giardino, a sterminare le lumache e scuoiare i conigli, e per Michele rappresenta l’incarnazione mitica e terrifica di migliaia di mostri immaginati. L’incontro fra i due sprofonderà il ragazzino in avventure vertiginose, misteriose ricerche nei più reconditi anfratti della casa, rinvenimenti di cadaveri, il fantasma del Gran Coniglio, bottiglie colme di sangue nascoste in cantina e tini ribollenti di lumache francesi.

La settimana bianca, di Emmanuel Carrère, ed. Adelphi

All’inizio il piccolo Nicolas ha tutta l’aria di un bambino normale. Anche se allo chalet in cui trascorrerà la settimana bianca ci arriva in macchina, portato dal padre, e non in pullman insieme ai compagni. E anche se, rispetto a loro, appare più chiuso, più fragile, più bisognoso di protezione. Ben presto, poi, scopriamo che le sue notti sono abitate da incubi, che di nascosto dai genitori legge un libro, dal quale è morbosamente attratto, intitolato Storie spaventose, e che, con una sorta di torbido compiacimento, insegue altre storie, partorite dalla sua fosca immaginazione: storie di assassini, di rapimenti, di orfanità.

Il giardino delle mosche. Vita di Andrej Cikatilo, di Andrea Tarabbia, ed. Ponte alle Grazie

Tra il 1978 e il 1990, mentre in Unione Sovietica il potere si scopriva fragile e una certa visione del mondo si avviava al tramonto, Andrej Cikatilo, marito e padre di famiglia, comunista convinto e lavoratore, mutilava e uccideva nei modi più orrendi almeno cinquantasei persone. Le sue vittime – bambini e ragazzi di entrambi i sessi, ma anche donne – avevano tutte una caratteristica comune: vivevano ai margini della società o non si sapevano adattare alle sue regole. Erano insomma simboli del fallimento dell’Idea comunista, sintomi dell’imminente crollo del Socialismo reale. Questo libro, sospeso tra romanzo e biografia, narra la storia di uno dei più feroci assassini del Novecento attraverso la visionaria, a tratti metafisica ricostruzione della confessione che egli rese in seguito all’arresto.

La chiave nel latte, di Alexandre Hmine, Gabriele Capelli editore

Questo libro racconta la storia di un ragazzo di origini marocchine che cresce in Ticino, nell’Alto Malcantone, dopo che la madre lo ha affidato a un’anziana vedova di nome Elvezia. Il romanzo procede per frammenti, ricordi che la voce narrante riporta alla luce: giocattoli dell’infanzia, le feste religiose, le partite di hockey sull’asfalto, le infatuazioni; ma ci sono anche le vacanze a Casablanca, una città che il protagonista vede per la prima volta a dieci anni e che immediatamente suscita in lui sentimenti di spaesamento e di rifiuto. Pur sentendo sua la Svizzera, non potrà eludere una messa in discussione della propria identità che lo porterà a interrogarsi e a interrogare i lettori fino alle ultime pagine del libro.

Libri presentati 2018
  1. Paolo Cognetti – Le otto montagne
  2. Kent Haruf – Canto della pianura – dalla trilogia di Holt
  3. Donatella di Pierantonio – L’Arminuta
  4. Gianrico Carofiglio – Le tre del mattino – ed. Einaudi
  5. Dacia Maraini – Tre donne – ed. Rizzoli
  6. Alexandre Hmine – La chiave nel latte – Gabriele Capelli editore
  7. Michele Mari – Verderame – Einaudi
  8. Michele Mari – Leggenda privata – Einaudi
  9. Andrea Tarabbia – Il giardino delle mosche. Vita di Andrej Cikatilo – Ponte alle Grazie
  10. Emmanuel Carrère – Settimana bianca – Adelphi
Libri presentati 2016/2017
  1. Nicola Lagioia, “La Ferocia” – ed. Einaudi – vincitore premio Strega 2015
  2. Marco Balzano, “L’ultimo arrivato” – ed. Sellerio – vincitore premio Campiello 2015
  3. Mauro Covacich, “La sposa”  – ed. Bompiani
  4. Antonio Scurati, “Il tempo migliore della nostra vita”  ed. Bompiani
  5. la scrittrice Elena Ferrante e alcuni sui libri
  6. Elsa Morante, “L’isola di Arturo” e “Menzogna e Sortilegio
  7. Fabio Genovesi, “Chi manda le onde“, ed. Mondadori
  8. Nadine Gordimer, premio Nobel per la letteratura nel 1991, “Ora o mai più“, ed. Feltrinellli
  9. Javier Mariàs, “Domani nella battaglia pensa a me“, ed. Einaudi
  10. Laura Pariani, “La valle delle donne lupo“, ed. Einaudi
  11. Nadia Terranova, “Gli anni al contrario“, ed. Einaudi
  12. Melania Mazzucco: Il bacio della Medusa, La camera di Baltus, Lei così amata, Vita, Un giorno perfetto, La lunga attesa dell’angelo, Limbo, Sei come sei
  13. Simone Giorgi, “L’ultima famiglia felice“, ed. Einaudi 2016
  14. Delphine de Vigan, “Niente si oppone alla notte“, ed. Mondadori 2011
  15. Laura Pariani, “Quando Dio ballava il tango“, ed. Rizzoli 2002
  16. Carlo Silini, Il ladro di ragazze
  17. Wu Ming, L’invisibile ovunque
  18. Virginia Helbling, Dove nascono le madri
  19. Gianfranco D’Anna, L’elettrone dimezzato
  20. Fabio Contestabile, La mappa per Pétur
  21. Magda Szabò, Via Katalin
  22. Edoardo Albinati, La scuola cattolica
  23. Simona Vinci, La prima verità
  24. Elena Ferrante, L’amore molesto
  25. Vitaliano Trevisan, Work
  26. Marilynne Robinson – Lila
  27. Piètre Lemaitre, Tre giorni e una vita
  28. Ángeles Doñate, Il club delle lettere segrete
  29. Tim Krohn, Notti a Vals / Vita di un materasso di ottima fattura
  30. Marco Rossari, Le cento vite di Nemesio
  31. Paolo Cognetti, Le otto montagne
  32. Orhan Pamuk, La donna dai capelli rossi, Neve, Il mio colore è rosso, Il libro nero, La casa del silenzio, Istanbul, La valigia di mio padre.